Ricerca personalizzata

lunedì 21 aprile 2008

I geni del mondo... a scuola!!

Al contrario di come molte persone pensano, Ii migliori geni della terra, a scuola erano delle autentiche frane, con problemi a leggere, scrivere e socializzare.
Ma poi, il destino, gli ha offerto un futuro migliore... molto migliore!!

Qualche esempio?

Paul Orfalea a scuola aveva molte difficoltà, confondeva le lettere dell'alfabeto, faceva fatica a leggere e a scrivere. Non a caso è stato bocciato ben due volte. Da grande ha fondato la Kinko's colosso americano della stampa e delle copiatura.

Albert Einstein, non parlò fino a 3 anni e cominciò a leggere a 7. Nel 1895 fu bocciato all'esame di ammissione al Politecnico di Zurigo. Da grande elaborò la teoria della relatività, ricevette il premio nobel per la fisica, oggi è riconosciuto come una delle menti più brillanti di tutte le epoche.

Ludwig Van Beethoven
da bambino era timido e parlava a monosillabi, al di fuori della musica non aveva cognizione dei rapporti sociali. Varie biografie riportano che a scuola non era in grado di imparare nulla. Per tutta la vita, inoltre, non fu in grado di apprendere l'aritmetica al di là dell'addizione. Da grande divento uno dei più grandi compositori di ogni tempo.

Pablo Picasso da piccolo era dislessico, da grande divento uno dei maggiori artisti della storia, diede vita al movimento culturale che prende il nome di cubismo.

Nicholas Negroponte
è dislessico, ha molta difficoltà nel leggere... oggi è il guru dell'informatica.

Magic Johnson
da piccolo aveva problemi a socializzare, tutti i compagni di scuola lo prendevano in giro per la sua dislessia. Le risatine dei compagni di scuola gli diedero la spinta e la forza di diventare quello che è oggi, uno dei giocatori di basket più forti di tutti i tempi.

8 commenti:

davide ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
davide ha detto...

Il mitico Albert, si avevo letto qualcosa su di lui, ma sugli altri sapevo poco...
Ciao.

Saint Andres ha detto...

Beh, la scuola non misura le capacità di uan persona, quindi non è detto che il genio a scuola sia un genio anche nella vita. Anzi in molti casi ho visto che è proprio il contrario.

Matteo Mazzoni ha detto...

Io a scuola sono sempre andato piuttosto bene... Mi devo preoccupare? :-)

Isabel Green ha detto...

io a scuola andavo bene...ok sarò una comune mortale ;)

Alberto ha detto...

idem.

Lupo Sordo ha detto...

Ed io nella lista non ci sono???? :)

m1979 ha detto...

@davide: anche io sapevo poco sugli altri... poi una breve ricerca su internet e...

@saint andres: concordo in pieno con quello che hai scritto!! ;)

@matteo: noooooo!! :D
Esistono anche le eccezioni!!!!!

@isabel: ma dai, dopotutto esistono anche le eccezioni!!

@alberto: come sopra!!

@lupo: beh, tu ancora non diveni famoso!! un pò di pazienza...

Articoli consigliati

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Declino ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti. Cokie: In qualità di fornitore indipendente, Google utilizza i cookie per pubblicare gli annunci sul tuo sito. L'utilizzo del cookie DART consente a Google di pubblicare annunci per i tuoi utenti in base alla loro visita ai tuoi siti e ad altri siti Internet. Gli utenti possono scegliere di non utilizzare il cookie DART consultando la pagina relativa alle norme di Google sulla privacy per la rete di contenuti e per gli annunci.