Ricerca personalizzata

sabato 10 febbraio 2007

Foibe...per non dimenticare.

Oggi 10 febbraio l'Italia ricorda la strage delle foibe, persecuzione etnica scatenata dalle milizie titine tra Trieste e Fiume alla fine della seconda guerra mondiale contro la popolazione Italiana, dove l'unica colpa era, appunto, essere Italiani. Ma la vergogna più grande è forse quella di aver taciuto in passato di questa strage, di averla nascosta agli occhi del popolo Italiano e del mondo! Il perché non lo so, ma quello che è certo e che fino a qualche anno fa non ne sapevo niente, a scuola non si insegnava, la radio, la televisione e la stampa nemmeno una parola.
Tutte le stragi, le giustizie sommarie, i genocidi, le pulizie etniche sono da condannare...non importa che siano fatti da comunisti, fascisti o altro, sono tutte violenze da ricordare e da condannare duramente, devono essere di monito per le generazioni future affinché questi orrori non si ripetano!

7 commenti:

costozero.com ha detto...

A questo punto sarebbe ancor più interessante sapere il motivo per cui questo fatto di indecenza umana è stato nascosto! Purtroppo viene da pensare che molti altri fatti per ora non ci è dato saperli, la Rete ci aiuterà ... sempre che non venga imbavagliata prima.

m1979 ha detto...

Anche a me piacerebbe sapere il motivo, naturalmente qualche sospetto mi frulla nella testa! Io sono convinto che grazie alla rete si possano scoprite tanti orrori, per esempio il mio amico Matteo ci racconta quello che succede in russia, se vuoi darci un'occhiata il blog lo trovi qui e qui

Anonimo ha detto...

Per decenni la scuola è stata dominata dalla scuola marxista, solo così si spiegano certe cose. E te lo dice uno di centro sinistra, non di Alleanza Nazionale... ;)

http://www.acmedelpensiero.blogspot.com/

Matteo Mazzoni ha detto...

Grazie per la pubblicità gratuita :-) Più seriamente posso dirti che sull'argomento "foibe" è stato fatto una sorta di orrido "scambio"... Noi jugoslavi stiamo zitti su quello che hanno fatto da noi i fascisti italiani come alleati dei nazisti (cose brutte, tipo stragi di civili, anche se nulla di paragonabile alle foibe) e voi tacete sulle foibe... Un assurdità, perché la vendetta a freddo non può mai e poi mai essere giustificata e per di più qui si trattava di una vendetta compiuta su persone "colpevoli" solo di essere della stessa nazionalità degli autori di certe cose... Ma la motivazione principale del silenzio sulle foibe purtroppo era un'altra... Dopo la guerra la Jugoslavia si oppose all'Unione Sovietica in nome di un proprio modello socialista e rifiutò di entrare nel Patto di Varsavia... L'Unione Sovietica non poteva fare troppe pressioni sulla Jugoslavia perché questa non era stata "liberata" dall'Armata Rossa, come per esempio la Polonia, e il regime di Tito era nato indipendentemente da Mosca... Anzi, dopo la destalinizzazione, Chruscev dovette "andare a Canossa", cioè incontrare Tito a Belgrado e riconoscergli il diritto a farsi il "suo" comunismo... In questo clima non si voleva dare addosso a un paese comunista che si opponeva al blocco comunista... Le vittime delle foibe sono state così nuovamente uccise dalla politica... In generale, dopo la seconda guerra mondiale non è stata fatta giustizia... Anche il processo di Norimberga è stato più un processo dei vincitori ai vinti che un qualcosa che avesse un vero valore morale... Gli americani, avendo vinto, si sono autoassolti per Hiroshima e Nagasaki e non solo... E ci sarebbe ancora molto da dire...

Ciao da Matteo

m1979 ha detto...

Benvenuto all'anonimo, acmedel pensiero vero? Che la scuola sia di sinistra, beh la maggiorparte dei miei prof era di sinistra, molti anche politicamente attivi!

çmatteo, come al solito informatissimo e precissisimo, e in effetti, hai ragione. E hai ancor più ragione quando dici che chi vince la guerra, viene assolto per i suoi crimini, mentre chi perde, beh, peggio per lui! Ed è per questo che tutte le guerre sono un male, e non esistono guerre "giuste". Ci vorrebbe più giustizia!

mugnolo ha detto...

Speriamo solo che il passato non ci faccia scordare del presente!

m1979 ha detto...

Speriamo di no, anche perchè lo studio della storia serve, appunto, per evitare che si compiano di nuovo gli errori del passato! Altrimenti che la studiamo a fare?...Però mi sembra che molti politici andavano male in storia!

Articoli consigliati

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Declino ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti. Cokie: In qualità di fornitore indipendente, Google utilizza i cookie per pubblicare gli annunci sul tuo sito. L'utilizzo del cookie DART consente a Google di pubblicare annunci per i tuoi utenti in base alla loro visita ai tuoi siti e ad altri siti Internet. Gli utenti possono scegliere di non utilizzare il cookie DART consultando la pagina relativa alle norme di Google sulla privacy per la rete di contenuti e per gli annunci.