Ricerca personalizzata

sabato 3 febbraio 2007

Se questo è uno sport!

Oggi avevo intenzione di pubblicare un post molto più leggero, ma i fatti successi ieri sera, quelli della scorsa settimana, e la mia coscienza mi impone di fare delle riflessioni!
Ma è possibile che molte persone vadano allo stadio solo per sfogare le rabbie maturate e represse durante la settimana? Perché ieri ci è scappato il morto, ma le battaglie succedono ogni domenica, in molti stadi Italiani! Mi ricordo che qualche anno fa andai a vedere la partita di serie B Pescara-Napoli, abbiamo avuto la bella idea di andare in curva...beh non vi dico quello che è successo, so solo che siamo ritornati a casa alle 2 ( Pescara il mio paese dista poco più di un'ora), e da allora non ho mai più messo piede in uno stadio! E poi si lamentano del perché la gente non va più negli stadi, ma se invece di una bella partita poi si trova a guardare una guerra!
Comunque ora serve il pugno duro, ci vuole coraggio e dire basta, ci vogliono soluzioni drastiche anche impopolari...non servono semplici "sculacciate", quelle che si danno ai bambini quando fanno le marachelle.
Tutti parlano da qualche anno di modello Inglese, ma allora cosa aspettano ad attuarlo? Le dieci modeste proposte per salvare il calcio di Peppe Sevegnini su il corriere della sera mi sembrano belle idee, in più come punizione farei giocare tutte le partite dei campionati professionistici a porte chiuse per minimo un mese, così i tifosi avranno da pensare...
Vediamo come va a finire, speriamo che non si risolve tutto a tarallucci e vino...ricordate calciopoli? A cosa servono le pene esemplari se poi si è concesso sconti a tutti? Quale esempio così?

10 commenti:

Biagio ha detto...

il problema è che poi, passata la tempesta, ritorna tutto come prima... ci attendono due o tre giorni di "passione" mediatica fatta di falsi moralismi e di solite accuse, ma poi, tutto ritornerà come prima... è assurdo pensare che dei bambini un giorno dovranno sapere che il loro padre è morto per una partita di calcio... assurdo!

m1979 ha detto...

Bravissimo biagio, è questo il punto, dopo 2/3 giorni tutti si dimenticano e si torna come prima, ed è per questo che dico che ci vuole coraggio! Basta non il solito atteggiamoento!...ed è assurdo infatti che dei bimbi abbiano perso il padre per una stupida partita di calcio!

Fallagirare.Staff ha detto...

Anke io sono di Pe ;)

Matteo Mazzoni ha detto...

Ben detto, m1979, anch'io farò un bel link sull'articolo di Severgnini...

Ciao da Matteo

m1979 ha detto...

@fallagirare.staf: io non sono di PE, ma li vicino...un paesino vicino Termoli, in Molise...tutto sommato vicini!

@Matteo: io ho solo paura che finisca tutto a tarallucci e vino, ho già letto certe cose sul televideo, del tipo è ingiusto fermare il calcio perchè così si fà il gioco dei violenti! Ma per favore, usate ilo pugno duro!...ps Ho ricevuto la tua mail, ti ringrazio per il link, appena ho un pò di tempo ti risp!

tony ha detto...

Una proposta seria: l'incasso della prossima partita nello stadio di catania,devoluto alla famiglia del servitore dello stato assassinato da un bastardo criminale.
Un'altra proposta seria: il ministro dell'interno si dimetta come farebbe qualsiasi ministro di un paese civile.
Ultima proposta seria: costruiamo un centro di accoglienza nel quale ospitare, OBBLIGATORIAMENTE, durante lo svolgimento delle partite della loro squadra, tutti i bravi ragazzi che si siano resi responsabili di violenza negli stadi.
Scommettiamo che non succederà niente del genere?

m1979 ha detto...

@toni: io non lo chiamerei servitore dello stato (nessuno li obbliga, nessuno li rende schiavi, sono liberi di scegliere).
ruguardo alla prima proposta io non la vedo molto fattibile, io farei giocare il Catania fino a fine stagione a porte chiuse!
proposta due: Io aggiungerei anche il prefetto di Catania, Ma come hanno fatto a portare le armi nello stadio?
Terza proposta, potrebbero stare anche in caserma a vedere la partita (in tv), magari in stanzoni adibiti apposta, senza spendere altri soldi per costuire e mantenere altre strutture.
La scommessa? Non sono scemo, anche io, purtroppo, scommetto che non si realizzerà niente!

finardi ha detto...

lidmypretendere che improvvisamente gli stadi diventino sicuri e a norma,fino a oggi le leggi non mancavano e non mancano sicuro,se ne sono fregati tutti per decenni.
Non si risolve presto questo è sicuro,per cui m1979 ha purtroppo ragione,due tre giorni e tutto si dimentica.
In fondo a Roma sono ancora aperti i cantieri di Italia 90,pensa tu...

Alberto ha detto...

bisognerebbe prendere l'abbonamento e buttarlo: rifiutarsi di pagare per certi spettacoli "extra"... quando si renderanno conto che la gente non spende soldi per la paura di andare allo stadio vedrete come si correrà ai ripari.. finché si parlerà di morti, è brutto dirlo ma è così, si discuterà al massimo per qualche manciatella di giorni...

m1979 ha detto...

@ finardi e alberto: vi è vero le leggi già ci sono, ma come sempre in Italia fatta la legge trovato l'inganno...in questo caso la proroga: gli stadi non sono a norma? Non vi preoccupate tanto proroghiamo! Fino a quando non ci scappa il morto...vediamo cosa succede, spero tanto di essere smentito!

Articoli consigliati

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Declino ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti. Cokie: In qualità di fornitore indipendente, Google utilizza i cookie per pubblicare gli annunci sul tuo sito. L'utilizzo del cookie DART consente a Google di pubblicare annunci per i tuoi utenti in base alla loro visita ai tuoi siti e ad altri siti Internet. Gli utenti possono scegliere di non utilizzare il cookie DART consultando la pagina relativa alle norme di Google sulla privacy per la rete di contenuti e per gli annunci.