Ricerca personalizzata

domenica 18 febbraio 2007

Pannelli fotovoltaici, perchè non sui tetti degli enti pubblici?

Qualche giorno fa, come sapete, è stata la giornata del risparmio energetico, m'illumino di meno, ricordate? Tra i vari consigli su come risparmiare energia c'è quello di usare i pannelli solari o meglio ancora i pannelli fotovoltaici . Questi hanno la capacità di trasformare i raggi del sole in energia elettrica. Si montano sui tetti delle case con direzione sud per poter catturare più luce solare possibile e avere così un più alto rendimento!Bene,l'Italia è il paese del sole, no? Allora perché non mettiamo su ogni casa questi pannelli, i vantaggi sarebbero triplici:

1. Producendo direttamente l'energia si risparmierebbe sulla bolletta, anzi in caso di energia in eccesso questa viene venduta direttamente al gestore e si rischia addirittura di guadagnare qualcosina.
2. Problema ambientale: addio proposte di centrali nucleari, addio produzione di energia dal petrolio, addio rifiuti pericolosi e gas tossici...Più pulito del sole cosa c'è?
3 L'Italia non è più costretta ad importare energia dall'estero, quindi non saremo più soggetti a gli stati esportatori (ricordate il blackout?), e questo contribuirebbe ad abbassare ulteriormente il costo di luce, benzina e gas, oltre a una maggiore autonomia dell'Italia in ambito internazionale

Esiste un solo problema, questi sono molto costosi per i privati, i costi si ammortizzano in 10/20 anni, anche se la favorevole situazione climatica italiana (specialmente al sud) permetterebbe al beneficiario di rientrare interamente dei costi sostenuti entro il decimo anno. Inoltre ci viene incontro anche lo stato attraverso finanziamenti e agevolazioni:il così detto conto energia ; ma i fondi stanziati sono ancora pochi rispetto alla domanda ed è difficilissimo ottenerli.
Però mi domando, perché lo stato non fa dotare gli innumerevoli enti pubblici di pannelli fotovoltaici? Non sarebbe un bel risparmio di energia, di costi e alla fine di tasse per noi cittadini? I soldi sono pochi? Ok, si potrebbe partire pian piano dalle regioni del sud (non per qualcosa ma lì l'irraggiamento solare è maggiore rispetto al nord e i costi si ammortizzerebbero prima) per poi continuare verso il nord.
Non so, per farvi un esempio, la scuola del mio comune ha una superficie del tetto molto ampia (non vorrei esagerare ma forse mezzo campo di calcio), e se tutta questa verrebbe ricoperta di pannelli fotovoltaici, quando si risparmierebbe? Calcoliamo poi per tutte le scuola d'Italia! Consideriamo infine che le scuole sono utilizzate prevalentemente di mattina, il pomeriggio è aperto solo qualche ufficio (mentre il sole di pomeriggio c'è!) e d'estate chiudono per circa tre mesi (proprio quando l'irraggiamento solare è massimo), tutta questa energia potrebbe essere re immessa nella rete e con i soldi guadagnati i presidi potranno comprare computer, libri per biblioteca, fare ristrutturazioni ecc... Senza aspettare i fondi pubblici (mai abbastanza, e sempre se ci sono!), non si tratterebbe di un bel risparmio per le tasche dello stato, e quindi per le nostre? Forse il mio ragionamento è sbagliato?

11 commenti:

Matteo Mazzoni ha detto...

Non è mica una brutta idea la tua... A chi si potrebbe proporre? Di certo la farò conoscere in giro...

Ciao da Matteo

Alberto ha detto...

il ragionamento non fa una piega ma il problema dei costi ingenti non mi sembra di poco momento (soprattutto per le scuole pubbliche che hanno già scarse disponibilità).
piuttosto che buttare i soldi dello stato spingendo le famiglie italiane all'acquisto del digitale terrestre per mezzo di agevolazioni che oggi vengono messe in discussione dalla stessa comunità europea sarebbe sicuramente più utile incrementare gli aiuti per un'evoluzione di questo tipo... iniziativa troppo avanti per il nostro paese secondo me...

m1979 ha detto...

@matteo: grazie, a chi si potrebbe proporre? non so, magari si potrebbe inviare qualche mail al ministro dell'ambiente!

@alberto: si purtroppo in Italia abbiamo il vizio di buttare i nostri soldi in cavolate, e no per iniziative serie! A noi ci piace sprecare i nostri soldi! Pensa che la Germania è piena di pannelli fotovoltaici...la Germania!!!!

Stefano Petroni ha detto...

No, non è una brutta idea la tua. La riprendo per il mio Blog!

Stefano Petroni's Blog

Ti ho inserito nel mio Blogroll!

m1979 ha detto...

grazie stefano!

steverm ha detto...

Io ho una proposta ancora più radicale. Ogni anno lo Stato dovrebbe stanziare dei fondi per "regalare" pannelli fotovoltaici ai condomini delle città; in cambio tutta l'energia prodotta in surplus verrebbe "regalata" allo Stato per sempre. Pensate d'estate quando le città di svuotano che bella fetta di elettricità in più immessa nella rete elettrica italiana a vantaggio dei condizionatori di chi resta o delle località turistiche.
Capisco che con i pochi fondi ci vorrebbero 50 anni per riempire ad esempio una città come Roma ma mezzo secolo sarebbe comunque un supertraguardo e poi sarebbero 50 anni di lavoro assicurato per le aziende specializzate del settore ed i prezzi scenderebbero di molto !

VascoBlog ha detto...

Caro Blogger,
non trovando una mail alla quale risponderti,
e volendo proporti un servizio che
probabilmente Ti interesserà,
Ti chiedo di contattarmi a info@vascoblog.com
Ciao

m1979 ha detto...

@steverm: è un'idea anche questa...l'importante che si faccia qualcosa, vogliamo o no sfruttare tutto questo sole che abbiamo!!! E poi ricordiamoci che il sole non inquina!

pannelli solari ha detto...

Il problema è soltanto uno...sia chiama volontà politica ed in questo paese sembra mancare

m1979 ha detto...

@pannelli solari: quoto in pieno!

100 MILIONI DI TONNELLATE ha detto...

----- Original Message -----
From: Domenico Schietti
To: carabinieri@carabinieri.it ; urp.mi@poliziadistato.it
Sent: Monday, January 14, 2008 10:01 PM
Subject: Re: OGGETTO: DENUNCIA SETTA DEGLI INGEGNERI SCIENTISTI


CARISSIMI

E' possibile costruire pannelli solari da 100 € con resa tripla rispetto a quelli fotovoltaici.

Dovete utilizzare le Celle di Peltier.

Qando vengono attraversate dalla corrente elettrica hanno la particolarità di scaldare da un lato e raffreddare da quello opposto.

Sono ottime per frigoriferi ed impianti di deumidificazione come la Serpentina elettrica.

Le Celle di Peltier sono reversibili, quindi se scaldate da un lato e raffreddate da quello opposto, generano energia elettrica.

I dispositivi a semiconduttore possono ricavare elettricità dagli sbalzi di temperatura senza parti in movimento, senza apparati elettromeccanici più o meno complessi, ma semplicente tramite dispositivi statici che non richiedono alcuna manutenzione.

Il pannello solare con le Celle di Peltier era già in vendita dal 1973, ma fu tolto dal mercato ed è scomparso nel nulla.

Era costituito da un semplice pannello di metallo scaldato dal sole a contatto con una delle estremità delle Celle di Peltier, e una vasca piena d'acqua all'ombra, spesso gelata come in montagna in inverno, che raffreddasse l'altra estremità del semiconduttore.

Con 100 € è possibile costruire un pannello solare in grado di fornire circa 70 wh di corrente per alcune ore al giorno.

BASTA CON LA DISTRUZIONE DELLE FORESTE

Si tratta di un complotto globale per eliminare con metodi bastardi oltre 3 miliardi di persone

PER LA MILIONESIMA VOLTA VI COMUNICO ANCHE CHE HO INVENTATO UN METODO PER FARE ACQUA POTABILE CON LA SERPENTINA AL PREZZO DI 0,002 AL LITRO ANCHE IN MEZZO AL DESERTO DEL SAHARA

Non posso frequentare da anni i miei amici, devo vivere in povertà assoluta in semiclandestinità, mi hanno usurpato decine di mie idee vendendo centinaia di milioni di prodotti derivati dalle mie idee.

Il mondo è dominato da alcune gang che fanno il bello e il cattivo tempo su scala globale.

Vi ricordo anche che ormai da anni ho confutato la legge di Boyle - Mariotte dimostrando che tutto quello che viene insegnato nelle scuole e nelle università scientifiche è falso e quindi che la setta degli ingegneri scientisti manipola la verità per ottenere decine di miliardi di euro di finanziamenti pubblici.

Vi prego di intervenire, di iniziare le perquisizioni nelle università, nelle sedi dei media, e di diffondere la notizia che non esiste nessun problema energetico, ma che si tratta di un complotto globale.

Domenico Schietti
100-milioni-di-tonnellate.blogspot.com

Articoli consigliati

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Declino ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti. Cokie: In qualità di fornitore indipendente, Google utilizza i cookie per pubblicare gli annunci sul tuo sito. L'utilizzo del cookie DART consente a Google di pubblicare annunci per i tuoi utenti in base alla loro visita ai tuoi siti e ad altri siti Internet. Gli utenti possono scegliere di non utilizzare il cookie DART consultando la pagina relativa alle norme di Google sulla privacy per la rete di contenuti e per gli annunci.