Ricerca personalizzata

martedì 30 gennaio 2007

Perchè San Remo...non è più San Remo

Nella sua ultima intervista, Pippo Baudo ha dichiarato che questo sarà un festival di giovani perché il 45% degli artisti in gara è giovane! Ma avete visto i cantanti in gara? A me sembra tutto tranne che sia un festival di giovani! Comunque il problema non sono i cantanti, ma sono le canzoni, le canzoni sono vecchie, fuori moda, brutte, tutte uguali, con la solita melodia, é sempre stato così negli ultimi anni, salvo rare eccezioni, e scommetto che lo sarà anche quest' anno! La prova è data dagli ascolti che calano, dalle vendite dei CD che non decollano (e anche il download è fiacco), e dalle immancabili critiche che piovono a destra e sinistra (ormai parlar male del Festival e come sparare sulla croce rossa).
A San Remo non vanno più i veri big della musica Italiana per promuovere i loro dischi come una volta, questi usano altri mezzi, in gara scendono solo giovani, che in genere si standardizzano con la musica "Sanremese", o ex big in cerca di un rilancio. Ormai è una formula superata, sopravvive solo perché è diventata una tradizione, un appuntamento immancabile nell' immaginario collettivo degli Italiani...appunto perché San Remo è San Remo! Per non parlare delle serate, ben cinque, a cui si unisce dopo festival, trasmissioni televisive, radio e giornali che parlano solo di quello! Decisamente troppo, e il troppo storpia!
Io, se fossi l' organizzatore, cambierei tutta la formula, non una gara ma una specie di premiazione dei migliori cantanti per quello che hanno fatto nell' anno precedente (in questo caso nel 2006), una sorta di premio Oscar..."San Remo, l' Oscar della canzone Italiana". Che ne dite? E poi suona anche bene! Già mi vedo le categorie:

  1. miglior cantante uomo/donna Italiana
  2. miglior album
  3. miglior gruppo
  4. miglio cantante uomo/donna straniero
  5. miglior video
  6. miglior tour
  7. miglior cantante uomo/donna emergente
  8. album più scaricato dalla rete
  9. ....e così via...

Si farebbe tutto in una serata, senza maratone televisive, e magari tra una premiazione e l' altra si potrebbe eseguire qualche giovane artista emergente che potrebbe beneficiare della grande platea per promuoversi!

8 commenti:

Alberto ha detto...

se fossi io ad organizzare il baraccone la prima cosa che farei sarebbe quella di eliminare Baudo dalla conduzione... è professionale, il suo nome è da sempre legato alla tradizione del festival... si può dire qualunque cosa ma la verità è che per svecchiare un programma non si può non cominciare dal suo presentatore.

Gabriele ha detto...

Pippo Baudo è molto professionale e non è male come presentatore del festival....basta vedere la figuraccia dello scorso anno di Panariello.
Il problema appunto sono le canzoni e i cantanti che ci saranno e che Baudo ama portare sul palco dell'Ariston...che cosa avranno di così spettacolare da cantare Albano, Johnny Dorelli e Milva?

m1979 ha detto...

IL problema è che svecchiare il festival ci vuole coraggio, non piccole cose del tipo cambiamo formula, cambiamo scenografia, la valletta del momento, mettiamo i comici...ma poi alla fine si serve sempre la solita minestra! Il festival così è in declino, và sempre più giù...bisogna avere il coraggio di cambiare tutto, e per questo che io non scarterei la proposta che ho fatto!

gianusa ha detto...

Non saprei, a me piace anche così, però il tuo post mi ha fatto venire voglia di vederlo!

m1979 ha detto...

@gianusa...se riesci a vederlo tutto passa di qua, così poi ci racconti cosa si sono inventati! :-))
Io non lo vedrò, come del resto non lo vedo più da alcuni anni, se poi qualche canzone veramente merita la ascoterò dopo in radio!

Zizio ha detto...

Io infatti non lo guardo più da tempo ...

mugnolo ha detto...

Il fatto è che bisogna riconoscere a s.Remo che è l'unico posto dove ancora si canta dal vivo!

m1979 ha detto...

Si canta dal vivo? Lo sai che non lo sapevo, anzi mi sembra che proprio a S. Remo hanno inventato il playback! Comunque è vero ormai non cantà più nessuna dal vivo in tv! Forse hanno paura di fare figuracce?

Articoli consigliati

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Declino ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti. Cokie: In qualità di fornitore indipendente, Google utilizza i cookie per pubblicare gli annunci sul tuo sito. L'utilizzo del cookie DART consente a Google di pubblicare annunci per i tuoi utenti in base alla loro visita ai tuoi siti e ad altri siti Internet. Gli utenti possono scegliere di non utilizzare il cookie DART consultando la pagina relativa alle norme di Google sulla privacy per la rete di contenuti e per gli annunci.